Sale di Sedano con Canon 6d e obiettivo Canon Compact Macro 50mm f2.5

Ciao, a Natale ho preso un disidratatore, essiccatore, di basso costo per giocare un pochino con le foglie di menta, basilico, prezzemolo e tutto quello che pianto nell’orto. Mi piacerebbe anche provare a fare i pomodorini essiccati o i premietti per il cane di sola carne essiccata.

Come prima prova ho fatto il Sale di Sedano.

Ho letto un po’ nel web e chi lo usa ne descrive il favoloso aroma avvolgente e le mille proprietà, non ultima di non contenere sodio.

Ho scelto un sedano bello verde e croccante al supermercato poi l’ho lavato e tagliato a fettine sottili, o almeno mi parevano sottili e ho eliminato le foglie. Ho disposto i piani dell’essiccatore e puntato a 50 gradi il marchingegno che ha iniziato a emettere un suono tipo phon degli alberghi attaccati al muro del bagno. ( Ho capito perché non asciugano i capelli quei phon, perché sono in realtà essiccatori)

Poi ho letto le istruzioni e davano per il sedano dalle 4 alle 8 ore….mi sembrava impossibile, e invece sì, il gambo del sedano è ricco di acqua e ci mette una sacco di tempo, in diversi cicli credo di aver raggiunto le 8 ore ottenendo però ancora parti gommose. Alla fine non ho più contato le ore e sono andata avanti fino a ottenere dei pezzetti di gambo secchi.

Ho quindi passato in un robot con la lama quei pezzettini che comunque non erano pochi, gli essiccatori hanno almeno cinque piani, e ho ottenuto una quasi polvere con pezzetti perché alcuni dentro non erano ben essiccati.

Non ero ovviamente soddisfatta del risultato e sono tornata al supermercato a comprare del sedano con tante foglie verdi.

Ho poi essiccato le foglie, tutte. In un paio d’ore erano secche e le ho polverizzate nel robot. Ho ottenuto una bellissima e finissima polvere con una forte profumazione avvolgente.

Ho messo tutto in barattolini da spezie e come da indicazioni lette qua e là sul web l’ho usata al posto del sale per insaporire gli alimenti. La profumazione è stata decisa, netta, ti pubblico poi qualche ricetta con sale di sedano.

Però a un certo punto del percorso ho capito che il sale di sedano da solo sul cibo non mi poteva rappresentare perché dopo anni di sale NaCl anche a pioggia, non è facile passare a una alternativa così poco…salata.

Ma il sapore mi ha appassionata e non volendo abbandonarlo l’ho tagliato a metà con sale fino. Quindi metà quantità di sale di sedano e metà quantità di sale normale in ogni barattolino.

Ho ottenuto un sale speziato veramente special e ridotto il consumo di sodio visto che ne metto la stessa quantità del sale che avrei messo in purezza.

Ti allego tre scatti fatti con la Canon 6d, full frame e un obiettivo, il 50 mm Macro f 2.5 che avevo preso come usatone sulla baia e che mi ha sempre dato grandi soddisfazioni.

A presto con le prossime ricette fotografate!

Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...